L’azienda Bacchi al fianco di UNIPA nello sviluppo di sistemi di Compliance Aziendale, per la trasparenza e la legalità dell’economia

Nel panorama economico locale e nazionale, l’infiltrazione della criminalità organizzata all’interno di imprese e istituzioni è una minaccia tangibile. Lo conferma uno dei più noti e recenti procedimenti contro la criminalità organizzata, il processo AEMILIA, concluso con 125 condanne a imprenditori, esponenti delle Forze dell’Ordine e della politica, oltre che con lo scioglimento per mafia del Comune di Brescello, in provincia di Reggio Emilia, primo comune emiliano a subire questo provvedimento.

La ricerca di una soluzione a questo problema ormai diffuso su tutto il territorio nazionale ha dato vita a una collaborazione tra l’azienda Bacchi S.p.A. di Boretto, in provincia di Reggio Emilia, ed il Dipartimento interdisciplinare DEMS dell’Università degli studi di Palermo, finalizzata a sviluppare un modello organizzativo aziendale basato su legalità e trasparenza

Come introdurre efficacemente un sistema di compliance in azienda, mettendo le esperienze di due PMI a confronto, verrà illustrato nel corso di una iniziativa che si terrà giovedì 30 maggio, dalle ore 11 alle 13, presso l’Aula Borsellino dell’Università degli studi di Palermo.

Claudio Bacchi, direttore generale e socio di maggioranza, Fabiola Lodato, compliance officer di Bacchi S.p.A., e Claudio Nardecchia, presidente e amministratore delegato di Avr S.p.A., invitati dall’Officina per la legalità e il contrasto alle mafie del Dipartimento di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’ateneo palermitano, illustreranno il percorso metodologico che ha generato il virtuoso modello organizzativo.

“I rischi dell’illegalità sono difficili da percepire per imprenditori e amministratori guidati da valori di integrità ed onestà, e ancora più difficili da circoscrivere, poiché si pensa che certe cose siano lontane e non ci possano raggiungerespiega il direttore generale Claudio Bacchi –; la realtà è ben diversa e chiunque amministri una impresa o un ente pubblico, consapevolmente o meno, è esposto a questi rischi, difficili da individuare tempestivamente, ma potenzialmente devastanti”.

Il modello nato dalla partnership tra Bacchi S.p.A. e Officina UNIPA, progetto per la legalità e il contrasto alle mafie finanziato dal Ministero dell’Università e della ricerca, comprende un sistema di due diligence delle terze parti, la diffusione di una cultura manageriale basata sull’integrità e la responsabilità, la promozione di pratiche di lavoro sicure e la collaborazione con enti pubblici e privati per monitorare e migliorare costantemente le proprie procedure di sicurezza e legalità. L’adozione del modello da parte delle aziende permette non solo una migliore gestione dei rischi, che crea sicuro vantaggio sui competitor, ma la capacità di contribuire al benessere delle loro comunità, assicurando un ambiente economico più sano e sicuro per tutti.

“L’esperienza della nostra azienda ha dimostrato che sviluppare le proprie attività imprenditoriali nel rispetto della legalità e della trasparenza contribuisce al successo sostenibile e duraturo dell’attività, in armonia con lo sviluppo e la crescita sana del territoriosottolinea Claudio Bacchi questa iniziativa ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione dei rischi legati all’infiltrazione della criminalità e formare professionisti in grado di supportale le imprese in questo percorso”.


Programma:

30 Maggio 2024, dalle ore 11.00 alle ore 13.00 I Presso Università degli studi di Palermo, dipartimento di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, Via Maqueda 324, aula BORSELLINO

  • 11.00 – 11.15: Introduzione

Costantino Visconti – Enzo Bivona

Responsabili scientifici del Corso Compliance, Sviluppo Aziendale e Prevenzione del Crimine

  • 11.15 – 11.45: Presentazione del caso AVR Spa

Claudio Nardecchia

Presidente del CdA e Amministratore Delegato AVR Spa

Elisa Moretti

Responsabile Organizzazione, processi e controllo interno AVR Spa

  • 11.45 – 12.15: Presentazione del caso Bacchi Spa

Claudio Bacchi

Direttore Generale della Bacchi Spa e Socio di maggioranza del Gruppo

Fabiola Lodato

Compliance officer, Bacchi Spa, Laureata in Compliance, Sviluppo Aziendale e Prevenzione del Crimine

  • 12.15 – 12.45: La prospettiva della prevenzione amministrativa

Raffaele Ruberto

Prefetto di Torino a riposo

  • 12.45 – 13.00: Conclusioni