Il giardino è sempre stato un concetto fondamentale nella progettazione architettonica, evolvendosi nella storia e adattandosi alle necessità urbanistiche e sociali dei diversi territori. Un trend dalla forte centralità in diversi contesti internazionali, come dimostrano interessanti progettualità sviluppate da diverse amministrazioni europee.

Da una parte Milano, dove il progetto “ForestaMI” si è riproposto di piantare tre milioni di alberi all’interno dei confini della città metropolitana entro il 2030. Una parte di questa sostanziosa iniziativa ha previsto incentivi non solo per i cittadini e le cittadine residenti – chiamati a intervenire direttamente sulle proprietà private – ma anche le aziende, incentivando a piantare nuovi alberi all’interno dei loro spazi. Un obiettivo ambizioso che, ad oggi, può già vantare 611.459 nuove alberature piantate.

Emerge dal caso milanese che molti progetti di Green Urbano accompagnano un progressivo passaggio dai giardini e dagli spazi pubblici verso interventi diretti sulle aree verdi domestiche. Un caso emblematico in questo senso è stato rappresentato dalle politiche del Comune di Parigi. Già dai primi anni 2000 l’amministrazione ha promosso l’organizzazione di giardini pubblici condivisi, i Jardins Partagés. Spazi in cui favorire i legami sociali all’interno dei quartieri e – allo stesso tempo – sollevare l’amministrazione dei costi di gestione e manutenzione. Naturale prosecuzione di questa iniziativa è stato in seguito il progetto “Végétalisation”, che ha incoraggiato i parigini e le parigine a piantare alberi e piante nei loro giardini e balconi. La Ville Lumière non si è però limitata a fornire sovvenzioni economiche, ma ha offerto anche assistenza tecnica e, in alcuni casi, piante gratuite per promuovere il verde urbano.


Soluzioni per i tuoi spazi verdi

Quella della gestione del verde è dunque una necessità internazionale recepita anche da BACCHI, che alla manutenzione del verde domestico e pubblico dedica un ampio spazio nel proprio catalogo. Particolare interesse è rivolto verso le pietre naturali esterne colorate: materiali pregiati, a bassa manutenzione ma dal look moderno e accattivante. Le proposte BACCHI permettono di creare forme geometriche e sinuose, adatte a diversi tipi di architettura, liberando la creatività progettuale di committenti e progettisti. Materiali che trovano il luogo ideale nelle aiuole e vialetti, nella decorazione di fontane, aree relax e tetti verdi.

Investire nel giardino privato – oggi – consente anche di accedere al bonus verde, una detrazione Irpef del 36% per la progettazione e manutenzione di aree verdi e la realizzazione di coperture e giardini pensili. Il bonus è stato istituito nella legge di bilancio 2022 venendo poi prorogato fino al 2024 ed è accessibile ai proprietari o ai familiari conviventi intestatari delle spese effettuate.

Scopri i 5 passaggi per realizzare un’aiuola in sassi colorati
Giardini di pietra e aiuole colorate