Una nuova generazione di edifici

PNRR e rispetto degli standard di durabilità, sostenibilità e sicurezza

Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sta supportando numerosi progetti di vitale importanza per il futuro del paese. In particolare, nel settore dell’edilizia pubblica, questa misura sta favorendo la nascita di una nuova generazione di edifici, come scuole, impianti sportivi, ospedali e strutture sanitarie in genere. Edifici che sono destinati a plasmare il futuro del paese nei rispettivi ambiti di appartenenza. È quindi lecito pensare che il PNRR sia destinato ad influire significativamente sul futuro dell’istruzione, della sanità e dello sport italiani.

Affinché i progetti in ambito PNRR siano allineati alla strategia nazionale e comunitaria che mira all’elevazione degli standard di durabilità, sostenibilità e sicurezza che devono essere garantiti dagli edifici di nuova generazione, i bandi di gara vengono elaborati dagli enti pubblici facendo riferimento a due aspetti fondamentali:

  • i Criteri Ambientali Minimi (CAM), rivisti di recente con il Decreto del Ministero della Transizione Ecologica 23 giugno 2022 e applicati a tutti gli appalti pubblici;
  • il principio Do No Significant Harm (DNSH), introdotto dalla comunità europea, prevede che gli interventi previsti dai PNRR nazionali non arrechino nessun danno significativo all’ambiente e pone obiettivi ambiziosi riguardo la transizione verso pratiche sostenibili.

Perciò, il rispetto dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) e del principio Do No Significant Harm (DNSH), è cruciale per accedere ai finanziamenti del PNRR. Questo significa, per i professionisti del settore edile, che nella progettazione e nella realizzazione degli interventi finanziati dal PNRR sarà fondamentale utilizzare soluzioni in grado di assicurare il rispetto di questi principi.

In questo senso le soluzioni Bacchi sono tra quelle che offrono le maggiori garanzie di rispetto dei principi CAM e DNSH, in quanto dotate di solide certificazioni di prodotto emesse da organismi specializzati ed indipendenti. Attestazioni che, spesso, non si fermano alla sola eco-sostenibilità dei prodotti, ma assicurano anche la salubrità dei materiali e, così, la sicurezza per le persone.

Isolanti in Vetro Cellulare

Ad esempio, gli isolanti in vetro cellulare Glapor sono costituiti al 100% da vetro riciclato e possono innalzare notevolmente la quantità totale di materiale riciclato prevista dal progetto, portando un grande vantaggio in fase di proposta progettuale. Inoltre, la vita utile certificata da EPD di oltre 100 anni contribuisce ad apportare ulteriori benefici in fase di calcolo del ciclo di vita dell’edificio. Infine, l’assenza di emissioni nocive e la capacità certificata dei pannelli di isolare dal gas Radon, lo rendono una scelta indirizzata verso la massima sicurezza.

Scopri di più sugli Isolanti in vetro cellulare 


Gasbeton

Altro sistema estremamente versatile ed adatto ai progetti di edilizia pubblica, come edifici sanitari e ospedalieri, edifici scolastici e sportivi, è il sistema costruttivo Gasbeton, che, grazie alla matrice minerale ed alla sostenibilità comprovata attraverso l’EPD, rispetta appieno il decreto CAM e il principio DNSH.

Grazie alla gamma di soluzioni Gasbeton, è possibile realizzare tutte le applicazioni edilizie, dalle pareti esterne di tamponamento altamente isolanti alle tramezzature, passando per pareti portanti e muri tagliafuoco. Il sistema Gasbeton è particolarmente indicato per opere pubbliche grazie alle sue caratteristiche di sostenibilità e capacità di creare ambienti abitativi salubri ed efficienti dal punto di vista termico, acustico e di protezione dal fuoco. Gasbeton, infatti, offre un involucro edilizio performante non solo dal punto di vista energetico, ma anche con eccellenti livelli di isolamento acustico, traspirabilità al vapore, tenuta all’aria, resistenza al fuoco e durabilità.

L’elevata permeabilità al vapore delle murature Gasbeton crea un ambiente confortevole e salubre, regolando l’umidità interna e prevenendo la formazione di muffe.  Sotto il profilo ambientale, è rilevante la capacità del Gasbeton di assorbire CO2 dall’ambiente, intrappolandola nella sua struttura minerale senza rilasciarla. I blocchi Gasbeton sono realizzati in parte con materiale riciclato, come richiesto dal Decreto CAM, e sono a loro volta riciclabili a fine vita, facilitando lo sviluppo della circolarità nei processi edili.

Isolanti in silicato di calcio e Inerti certificati CAM

Altre soluzioni interessanti in tema di edilizia pubblica ed innalzamento degli standard di sostenibilità, sono gli isolanti in silicato di calcio e gli inerti certificati CAM. Gli isolanti in silicato di calcio, oltre ad essere perfettamente compatibili con il sistema Gasbeton, ove sia richiesta la correzione di potenziali ponti termici costituiti dalle strutture portanti in acciaio o calcestruzzo armato, sono la soluzione ideale per gli interventi di efficientamento energetico di edifici esistenti. La loro composizione minerale a celle aperte permette di unire alle doti di isolamento caratteristiche uniche di traspirabilità e resistenza al fuoco, doti difficilmente rinvenibili in materiali isolanti di origine sintetica e, oggi, imprescindibili per garantire la sicurezza ed il confort all’interno di edifici.

Infine, gli inerti con certificazione CAM, sono realizzati miscelando inerti naturali ed inerti certificati provenienti da riciclo. Essendo materiali usati in notevole quantità e piuttosto pesanti, generalmente usati per sottofondi, riempimenti, strati di allettamento o miscele cementizie, influiscono sensibilmente sulla quantità totale di materiali riciclati inseriti in un progetto.

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Parlane con un nostro tecnicocontattaci